Imposta il tuo server web personale!

Hai mai desiderato un posto dove poter conservare i tuoi file e accedervi ovunque tu abbia una connessione a Internet? Supponiamo che tu abbia voluto avere la tua libreria musicale disponibile nel caso in cui volessi dare una canzone a uno dei tuoi amici, o forse volevi lasciare che i tuoi parenti scaricassero l'intera libreria di foto delle vacanze, o forse avessi bisogno di un posto dove ospitare i programmi che scrivi o mappe che crei. Che ne dici di una pagina Web? Hai mai desiderato avere la tua pagina Web? Tutto ciò può essere realizzato con un server Web di casa ... e altro ancora!

In realtà è davvero semplice configurare un server Web a casa. Lo userò mentre sono via al college per ospitare server di gioco, fare un backup dei file fuori sede e condividere file con gli amici. Dal momento che il PC che ospita il server sarà a casa mia e sarò nella mia stanza del dormitorio, ovviamente non posso limitarmi a camminare e iniziare a cambiare le impostazioni di sistema, quindi avremo bisogno di un qualche tipo di accesso remoto.

Inoltre, ovviamente, avrai bisogno di un PC dedicato, uno che puoi lasciare in esecuzione e lasciare sempre connesso. A che serve un server che si spegne continuamente? Questo PC non deve essere eccezionale, ma ricorda, più ci corri, più veloce deve essere il PC per non ritardare (duh).

Passaggio 1: acquisire un PC dedicato

Questo passaggio può essere facile per alcuni e difficile per altri. Avevo già un PC che non stavo realmente usando (originariamente era il vecchio PC dei miei genitori, ma poi è morto e l'ho ricostruito con parti economiche, ma dato che avevo già un PC non lo usavo molto).

Specifiche di sistema:

AMD Sempron 64 2600+ (overcloccato a 1, 85 GHz)
RAM DDR da 1, 5 GB
nVidia GeForce4 MX420 64 MB (GPU davvero non importante, i server non hanno bisogno di buone schede video, anche integrate sono molte)
Disco rigido da 60 GB (IDE) (non buono per un server, ma abbastanza buono, non volevo spendere soldi per questo)
Unità DVD e CD (è necessaria almeno un'unità CD per installare il sistema operativo, a parte questo, non necessario)
3 schede Ethernet (ne avrai bisogno almeno 1)

Questo sistema funziona molto bene come server, quindi qualsiasi cosa su questo avrebbe prestazioni ancora migliori. Questo PC costava circa $ 100 per essere ricostruito (aveva già RAM, case, unità ottiche e disco rigido) e alla fine del 2007 l'ho ricostruito.

Passaggio 2: scarica il sistema operativo!

Per il mio server, sto usando Ubuntu Linux 8.04. Linux è un ottimo sistema operativo server ed è uno dei principali sistemi operativi dietro server Web professionali (come Google, se ricordo bene, Google utilizza server Linux). Tuttavia, Linux può essere fonte di confusione per i nuovi utenti, quindi userò la versione desktop invece della versione server. La versione desktop ha un'interfaccia utente grafica (GUI), quindi non dovrai configurare il tuo server usando tutti i comandi del terminale. Solo perché non è la "versione server" non significa che non può eseguire un ottimo server!

Se hai un PC a 64 bit, ti consigliamo la versione a 64 bit di Linux. Questi sono chipset a 64 bit:
-AMD Athlon64
-AMD Athlon64 X2
-AMD Turion64
-AMD Turion64 X2
-AMD Sempron64 (non ufficialmente marchiato Sempron64, ma avrà il logo AMD 64 sulla confezione)

-Intel Core 2
-Intel Core 2 Duo
-Intel Core 2 Quad

Se hai un PC a 32 bit, non puoi utilizzare l'edizione a 64 bit, quindi ottieni la versione a 32 bit (x86). Queste sono CPU comuni a 32 bit:
-AMD Athlon
-AMD AthlonXP
-AMD Sempron
-AMD Duron
-Intel Pentium 1/2/3/4 / M / D
-Intel Celeron (alcuni nuovi potrebbero essere compatibili a 64 bit)

Scarica Ubuntu da www.ubuntu.com
Consiglio di utilizzare BitTorrent per il download.

Dopo aver ottenuto l'immagine ISO di qualunque versione utilizzerai, masterizza il file .iso su un CD vuoto usando il tuo programma di masterizzazione preferito.

Passaggio 3: installare il sistema operativo!

Inserisci il CD nel PC e accendilo. Con un po 'di fortuna, verrà visualizzata la schermata del CD di Ubuntu. Scegli la tua lingua e quindi seleziona la prima opzione nel menu (non Installa, penso che sia Test o LiveCD o qualcosa del genere). Continuerà a caricarsi e vedrai presto il desktop di Ubuntu.

Ora, se vuoi eseguire il dual boot (hai Windows e Linux sullo stesso PC), vai su Sistema-> Amministrazione-> Editor delle partizioni. Puoi usarlo per ridimensionare la tua partizione Windows (FAT32 o NTFS) e lasciare uno spazio vuoto su cui installare Linux. Dopo il ridimensionamento e l'applicazione, o se stai per installare Linux da solo, fai doppio clic sull'icona "Installa" sul desktop. Seguire l'installazione guidata, selezionando "Utilizza lo spazio libero continuo più grande" come posizione in cui eseguire l'installazione.

Al termine dell'installazione, riavvia il PC. Dovresti ottenere GRUB (il bootloader, una schermata nera con un menu che elenca tutti i sistemi operativi installati sul tuo PC). Scegli Ubuntu dall'elenco e premi Invio.

Dopo l'avvio, accedi utilizzando il nome e la password inseriti durante il processo di installazione. Ora dovresti vedere Ubuntu Desktop. Ora sei pronto per servire!

Passaggio 4: configurare VNC

Bene, ora che hai installato il tuo sistema operativo, vorrai abilitare una sorta di accesso remoto. Con l'accesso remoto, sarai in grado di connetterti al tuo server usando un altro PC e vedere la schermata del server. Sarai anche in grado di utilizzare il mouse e la tastiera sul PC remoto per controllare il mouse e la tastiera del server, il che significa che puoi utilizzare il server da qualsiasi parte di Internet.

Per configurare l'accesso al desktop remoto, vai su Sistema-> Preferenze-> Desktop remoto. Controlla questi:

"Consenti ad altri utenti di visualizzare il tuo desktop"
"Consenti ad altri utenti di controllare il tuo desktop"
"Richiedi all'utente di inserire questa password:"

Quindi digitare una password nel campo Password. C'è un limite di caratteri, quindi la tua password deve essere abbastanza corta. Questa password dovrà essere inserita sul PC remoto prima di vedere il desktop del server.

Passaggio 5: installare FTP

Ora puoi accedere al tuo PC da un altro PC, ma vedrò come utilizzare questa funzione in seguito. Per prima cosa, finiamo la configurazione di base del nostro server.

FTP (File Transfer Protocol) è un sistema utilizzato per caricare e scaricare file da e verso un server. Fondamentalmente, è come avere una cartella su Internet, puoi avere più cartelle in cui copiare i file. Puoi anche utilizzare Esplora risorse per accedere alla tua cartella online e trascinare i file su di essa per caricarli. Quindi puoi dare un account ai tuoi amici e anche loro possono caricare e scaricare, eliminando la necessità di stipare file nelle e-mail.

Per questo, userò Pro FTP Daemon (proftpd), un programma Linux che esegue un server FTP sul tuo computer. Userò anche gproftpd, un frontend grafico (GUI) che ti consente di configurare proftpd senza dover modificare file di testo o utilizzare codici terminali. So che può sembrare confuso, ma in realtà è molto semplice.

Inizia aprendo un terminale (Applicazioni-> Accessori-> Terminale). Esistono altri modi per installare i programmi (se non riesci assolutamente a sopportare il terminale), ma personalmente penso che sia più veloce usare il terminale solo se sai cosa stai cercando.

Una volta aperto, digita:

sudo apt-get install proftpd

e premi INVIO. Dirà "password:", inserisci la tua password (quella che hai impostato durante l'installazione) e premi di nuovo INVIO. Non inserirà asterischi o punti mentre digiti la password, quindi non preoccuparti se non vedi alcuna indicazione che hai digitato la password.

Quindi scorrerà un sacco di cose, forse ti chiederà di premere Y o N (Sì o No) per l'installazione, ovviamente premi Y.

Quindi, dopo aver finito (tornerà alla riga @), digitare:

sudo apt-get install gproftpd

e premi INVIO. Questa volta non dovresti chiederti la password da quando l'hai già inserita, ma dovrebbe chiedere, ripeti quanto sopra.

Una volta eseguito questo comando, sei pronto per la configurazione.

Passaggio 6: configurare gli utenti FTP

Adesso per la parte divertente. Vai su Sistema -> Amministrazione -> GPROFTPD e inserisci la tua password se lo richiede. Dovresti trovarti di fronte alla finestra GPROFTPD. Probabilmente il tuo server non verrà attivato, né sarà impostato, quindi dobbiamo prima esaminarlo e configurarlo.

Innanzitutto, vai alla scheda Utenti. Qui è dove creerai un account per te stesso. È abbastanza autoesplicativo, ma ecco le informazioni che devi inserire:

Nome utente: inserisci semplicemente quello che vuoi che il tuo nome utente si trovi sul tuo server. Lo userai per accedere. Non può contenere lettere maiuscole o caratteri non standard, ma solo lettere minuscole e numeri.

Password: autoesplicativa, ancora una volta, lettere minuscole e numeri. Nota che non maschererà la tua password, quindi se stai inserendo una password privata, non lasciare che i tuoi amici vedano il tuo schermo!

Gruppo: non sono sicuro di questo, basta inserire un nome di gruppo. Metterei "amministratori" perché sei un amministratore, quindi per gli amici mettere "utenti" (a meno che non siano davvero speciali e tu voglia classificarli anche come amministratori: P) Ancora una volta, solo lettere minuscole e numeri.

Commento: metti chi è veramente l'account ("io" lavora per te o metti qui i nomi reali dei tuoi amici). Ancora una volta, solo lettere minuscole e numeri.

Shell: lascialo così com'è, / dev / null. Non so a cosa serva, ma funziona bene se lo lasci.

Seleziona sia "Richiedi password" sia "Mostra utente nelle statistiche" (se desideri un utente nascosto, deseleziona "Mostra utente nelle statistiche")

Numero massimo di accessi: imposta il numero di connessioni simultanee che l'utente può aprire. Per te, lo metterei più in alto, per altre persone, lo metterei più in basso. È probabile che sarai tu a caricare la maggior parte dei file, quindi è per questo che ottieni più connessioni.

Consenti accessi da: all, lascialo a quello.

Per la parte inferiore, inserisci la home directory dell'utente. Per il mio, ho messo / home / adam / ftp. Dato che volevo accedere alla mia directory home dal mio account (/ home / adam), ho impostato l'account di tutti gli altri su una sottodirectory della mia home (/ home / adam / ftp). In questo modo la directory FTP si trova nella home del mio account utente e il mio account FTP può accedere alla home FTP e alla mia home directory personale. Consiglio di usare / home // per la TUA directory home, con tutte le autorizzazioni selezionate e / home // ftp per i tuoi amici (controlla le autorizzazioni come ritieni opportuno). Le autorizzazioni sono autoesplicative, per consentire a un utente di eseguire una determinata azione su un file o una cartella, selezionare la casella.

Dopo aver impostato l'utente, fare clic sul pulsante "Aggiungi" per aggiungere l'utente all'elenco. Ripeti questo passaggio per tutti gli utenti che desideri.

Passaggio 7: configura e attiva il server FTP!

Adesso è la parte divertente. In realtà puoi mettere il tuo server FTP là fuori sulla tua rete e alla fine sarà su Internet.

Torna alla prima scheda, la scheda "Server". È già praticamente configurato, ma qui ci sono alcune opzioni che potresti voler cambiare.

Indirizzo IP o nome host del server: consiglierei di lasciarlo su 0.0.0.0, ciò significa che rileverà automaticamente la sua posizione e si configurerà di conseguenza

Identità alternativa del server: puoi usarla per assegnare un nome al tuo server. È facoltativo e se si desidera assegnargli un nome, modificare la casella su "Attivo"

Configura routing NAT: imposta questo sull'IP del tuo router, ma non sembra necessario, funziona senza accenderlo, quindi niente di grave, lascialo spento e usalo solo se hai problemi

L'indirizzo e-mail degli amministratori: sei l'amministratore, inserisci qui la tua e-mail.

Usa identità / ricerche inverse: nessun indizio su cosa facciano, ma Off / Off funziona bene

Time standard: mantienilo su Local, è probabile che le persone che usano il tuo FTP sappiano in quale fuso orario vivi.

Porta: lasciala su 21, questa è la porta FTP standard. Se desideri modificarlo e sapere cosa stai facendo, vai avanti, ma se non sai di cosa si tratta, lascialo a 21.

Intervallo di porte passive: non lo so, lasciate le impostazioni predefinite e dovreste stare bene

Numero massimo di connessioni: questo è il numero totale di connessioni (da tutti gli utenti) consentite dal tuo server. L'impostazione predefinita va bene qui.

Numero massimo di tentativi di accesso: suppongo che questo sia per tentativi errati di password. Preferisco impostare questo valore più alto, perché so che le persone possono sbagliare la loro password. Solo perché hai incasinato la tua password non significa che sei un hacker, quindi consento 40 tentativi sul mio server.

Velocità di upload: impostare questo valore su un valore superiore alla velocità di rete massima connessa al server, ciò assicurerà che il server non rallenti inutilmente. Se si utilizzano LAN e Internet per il trasferimento, impostare questo su 1000, poiché la LAN può trasferire molto più velocemente e i trasferimenti LAN verranno rallentati senza motivo. Internet non raggiungerà semplicemente la massima velocità, ma questo è ovvio.

Velocità di download: Come sopra, l'ho impostato su (1000) per impedire trasferimenti LAN lenti.

Rimuovi automaticamente i caricamenti interrotti: lo attivo. In questo modo, se qualcuno annulla un caricamento, non otterrai mezzo file sul tuo server (mezzo file è piuttosto inutile e spreca spazio).

OK! Ora hai configurato. Fai clic su "Applica" per applicare le modifiche alle impostazioni. Ora per quello grande, fai clic sul pulsante "Attiva" e lo stato del tuo server cambierà in "Attivato". Ciò significa che ora sei ONLINE! (beh, non proprio, il tuo server è attivo ma solo sulla tua LAN, ne parleremo più avanti).

Passaggio 8: installa il supporto HTTP, rilassati e rilassati!

Pensato che FTP fosse un po 'difficile (o almeno lungo?), Non c'è bisogno di temere. La configurazione del supporto HTTP è decisamente semplice.

Digita questo nel Terminale:

sudo apt-get install apache2

e premi Invio, digitando la password se necessario e premendo Y se necessario.

Ora, siediti e rilassati, il server HTTP è attivo e funzionante!

(a proposito, la home directory della tua pagina web è / var / www, inserisci lì i tuoi file html)

Passaggio 9: installare un server per videogiochi (opzionale)

Non entrerò in molti dettagli su questo, poiché tutti i giochi sono diversi e tutti giocano a giochi diversi. Tuttavia, se lo desideri, puoi utilizzare il tuo nuovo server per eseguire un server per videogiochi.

PROBLEMA! La maggior parte dei videogiochi sono scritti per WINDOWS ... ma il nostro server non esegue questo :(

La risposta? Vino. Wine è un programma che ti consente di eseguire programmi Windows in Linux. Il supporto 3d non è perfetto, quindi i giochi stessi hanno spesso problemi di grafica o problemi grafici, ma i programmi server dedicati per quei giochi di solito funzionano in modo impeccabile.

Ancora una volta, usa Terminal per installare Wine con il semplice comando:

sudo apt-get install wine

Ormai dovresti sapere come usarlo.

Dopo l'installazione di Wine, avrai una cartella /home//.wine/drive_c/ (devi fare clic su Mostra file nascosti nel browser dei file per vedere .wine, perché qualsiasi cosa con un punto davanti è considerata nascosta in Linux). Questo è l'equivalente di Windows C: unità. Tutti i programmi che avresti nel tuo disco C: vanno in questa cartella, poiché Wine vede questa cartella come il tuo disco C: virtuale.

Nel mio caso,

/home/adam/.wine/drive_c/gmodserver/orangebox/srcds.exe è la posizione del programma di cui ho bisogno.

È possibile creare un programma di avvio sul desktop per avviare il server (assumendo qui il server dedicato di origine).

Tipo - Applicazione
Nome: Garry's Mod Server
Comando - wine C: /gmodserver/orangebox/srcds.exe -game garrysmod
Commento: avvia un Mod Server di Garry

Ora dovresti ottenere una bella icona sul desktop, puoi usarla per eseguire il tuo server. Buon divertimento :)

Passaggio 10: inoltra le porte!

Che cosa? Porte dirette? Cos'è quello?

Il port forwarding è un'opzione disponibile in quasi tutti i router domestici. Poiché il PC server è probabilmente dietro un router (la rete domestica è una rete locale [LAN] con un router che lo collega a Internet), solo l'indirizzo IP del PC (il numero utilizzato da altri PC per comunicare con il PC server) funziona all'interno della rete locale (tutti i PC sono collegati al router). Per consentire al mondo esterno (Internet) di comunicare direttamente con il server, il router deve consentire ai due di comunicare. Normalmente, il mondo esterno (Internet) parla con il tuo router e il tuo router trasmette quel messaggio al tuo PC. Funziona benissimo per la navigazione, ma non per la pubblicazione.

Per aprire questo canale di comunicazione, dobbiamo guardare alle porte. Le porte sono "canali" su cui usano diversi programmi per parlare. Alcune porte comuni:

21 - FTP
80 - HTTP
5900 - VNC
29070 - Jedi Academy (utilizzato per ospitare un server JKA)

Ci sono tonnellate di più (come 65 mila di loro lol) ma non è questo il punto. Il punto è che è necessario che la porta sull'indirizzo IP di Internet sia connessa direttamente alla porta sull'indirizzo IP locale del server.

Per fare ciò, apri la pagina delle impostazioni del tuo router (dovrai conoscere il nome utente e la password dell'amministratore). La pagina del router è di solito in //192.168.1.1, sebbene alcuni possano trovarsi in //192.168.0.1, //192.168.2.1 o altri indirizzi. Se non riesci a connetterti, consulta il manuale di istruzioni del tuo router o cerca Google.

Una volta dentro, devi trovare Port Forwarding. My Netgear lo ha proprio sulla colonna laterale, non sono sicuro di altre marche. Da qui puoi andare al lavoro. Dovrai conoscere l'IP locale del PC server (puoi trovarlo facendo clic destro sull'icona di rete nell'angolo in alto a destra dello schermo, l'icona con due PC e selezionando Informazioni sulla connessione, è "IP Indirizzo ").

Ora aggiungi le seguenti impostazioni:

(formato: "nome" - TCP / UDP - porta iniziale - porta finale - 192.168.xx (sostituisci con quella del tuo server))
"VNC" - TCP - 5800 - 5900 - 192.168.xx
"FTP" - TCP / UDP - 21 - 21 - 192.168.xx
"HTTP" - TCP - 80 - 80 - 192.168.xx
"Gmod" - TCP / UDP - 27015 - 27015 - 192.168.xx (sostituisci ovviamente con le impostazioni del tuo gioco)

Una volta applicato, dovresti davvero essere ONLINE.

Passaggio 11: ottieni un dominio gratuito!

Ok, quindi hai un server. Pensi davvero che tutti i tuoi amici saranno così ansiosi di accedere a //75.185.355.1337 (ovviamente non un vero IP, ma la maggior parte dei tuoi amici non lo saprà) per ottenere le ultime novità? NO! Ricordare il tuo IP lungo, noioso e in continua evoluzione è difficile anche per chi lo capisce. Questa è Internet, ma stai dicendo loro qualcosa che ricorda un lungo numero di telefono.

Hai bisogno di un dominio! Un nome di dominio è una maschera per il tuo indirizzo IP. Proprio come qualsiasi altro sito, i server di Google hanno un indirizzo IP. Tuttavia, non conosci il loro indirizzo IP, tutto quello che sai è www.google.com. Quindi, come mai puoi connetterti a loro senza conoscere il loro IP? Perché, il dominio www.google.com si collega all'indirizzo IP del server di Google e gli invia richieste.

Il problema con i nomi di dominio è che costano soldi per registrarsi. Tuttavia, se sei disposto a sacrificare, puoi ottenere domini gratuiti su www.no-ip.com. L'aspetto negativo è che il tuo dominio sarà .servegame.com o qualcosa di simile. Hanno un sacco di domini in cui puoi scegliere di essere (servegame, servehttp, serveftp solo per citarne alcuni) ma non puoi ottenere il tuo dominio completamente personalizzato. (Ad esempio, posso ottenere [e ho già ottenuto] //calc.servegame.com, ma non //calcprogrammer1.com [che costerebbe denaro per registrarsi])

Oltre al nome, i domini no-ip sono fantastici. Quelli gratuiti durano solo 60 giorni, ma quando sta per scadere ti inviano un'e-mail che puoi estendere gratuitamente l'uso del dominio.

Dovrai conoscere il tuo indirizzo IP Internet, che può essere trovato semplicemente su google "Qual è il mio IP" (avrai un sacco di siti che ti diranno il tuo IP). Usa il tuo IP Internet nella configurazione no-ip.

Passaggio 12: provalo!

Ora arriva la parte divertente. Tutto dovrebbe essere impostato e pronto per partire, tutto ciò che devi fare è testare.

Inizia testando http, poiché è il più semplice. Basta aprire il browser e digitare "//.com" e premere Invio. Con un po 'di fortuna, "Funziona!" dovrebbe apparire (il messaggio di prova da apache2, puoi cambiare il file in / var / www dopo che sai che funziona davvero). In caso contrario, prova "// [no www. O .com, solo il numero IP]". Questo DOVREBBE funzionare, in caso contrario, il port forwarding non funziona. Se nessuno di questi funziona, come ultima risorsa, prova

Articoli Correlati