Mappatura della proiezione

Benvenuti nel mio tutorial sulla mappatura della proiezione!

C'è molto materiale sul web che mostra questa tecnica, ma il modo in cui si crea questo effetto rimane nella migliore delle ipotesi sfuggente. Molte persone hanno realizzato tutorial dettagliati, ma sento che non lo applicano nel loro lavoro, ed è per questo che il mio approccio alla spiegazione di questa tecnica è di guidarti attraverso un'installazione completa. Mi sento più concreto in questo modo. Inoltre, è giunto il momento che istruibile abbia ottenuto un bel progetto di mappatura della proiezione sul suo sito!

Mi sono chiesto a lungo come utilizzare un proiettore per creare un'esperienza così magica e coinvolgente, dopo anni di incubazione nella mia mente ho finalmente avuto la possibilità di creare un'installazione usando la tecnica. Questo è il mio primo tentativo nel mondo della mappatura della proiezione. Se ritieni che il mio lavoro e le istruzioni meritino il tuo voto, vota per me!

Qui un video del mio lavoro, mostra anche il processo di costruzione:

Questo brano musicale più delizioso si chiama Life di Ludovico Einaudi.

Per crearlo avevo bisogno di abilità di livello medio nel software di modellazione 3d e ovviamente di accedere a un proiettore!

Quindi cos'è il mapping di proiezione?

La mappatura della proiezione descrive la tecnica che utilizza un proiettore su qualsiasi superficie e può trasformarlo in un display visivo dinamico. Invece di utilizzare uno schermo bianco piatto noioso, può essere utilizzato per dare vita a edifici e oggetti, creare ambienti immersivi e fornire eccitanti esperienze interattive. È possibile utilizzare una varietà di metodi diversi per ottenere l'effetto desiderato, ma implica sempre una combinazione di una mente creativa e una complessa pianificazione tecnica. In genere il contenuto presenta una miscela di animazione al computer, effetti 2D e 3D.

Projection Mapping utilizza proiettori video di tutti i giorni, la luce viene mappata su qualsiasi superficie, trasformando oggetti comuni di qualsiasi forma 3D in display interattivi. La mappatura della proiezione può essere utilizzata per pubblicità, concerti dal vivo, teatro, giochi, informatica, decorazioni e qualsiasi altra cosa ti venga in mente. Ho deciso di utilizzare questa tecnica per creare un'installazione che ti circonda in un ambiente, rilassante lavaggio di colore e consistenza.

Passaggio 1: scelta della tela

Come mia tela ho deciso di scegliere fogli di plastica traslucidi. Consentono alla luce del proiettore di brillare attraverso di loro, creando una sensazione eterea. Scegli la tua tela con saggezza! Non vuoi creare qualcosa su cui proiettare che non sia in grado di esprimere ciò che desideri.

Ecco alcuni esempi stimolanti per mostrarti ciò che altre persone hanno usato come tela.

Ecco un video di una delle installazioni di AntiVJ, è stata la mia ispirazione per questo progetto.

La mappatura della proiezione può essere utilizzata per creare esperienze coinvolgenti per il teatro, la televisione o in casa.

La mappatura della proiezione può dare vita agli oggetti di tutti i giorni (come le scarpe).

Puoi persino proiettare su un'auto!

Questi sono solo un paio di esempi casuali da una forma in rapida crescita di nuovi media. Vedi i molti blog per centinaia di altri esempi.

Passaggio 2: disegnare e finalizzare il concetto

Ho iniziato facendo un brainstorming su ciò che volevo esprimere. Ho quindi fatto degli schizzi (che ho perso) e infine sono passato al computer. Con un concetto concreto nella mia mente, l'ho modellato per adattarsi alla posizione in cui lo avrei installato. È molto importante pensare alla scala, troppo grande e ti perdi e l'effetto è diluito. Troppo piccolo e semplicemente non abbastanza efficace!

Un modo semplice per farsi un'idea della scala è mettere un essere umano nella scena.

Ecco alcune delle iterazioni che ho passato.

Passaggio 3: passaggio facoltativo per la comprensione del modello parametrico utilizzato.

A un certo punto tutti abbiamo usato un foglio di calcolo per risolvere uno specifico
problema matematico. Partendo da valori scelti intenzionalmente e in base a determinate regole che abbiamo imposto al sistema durante la configurazione, siamo in grado di ottenere immediatamente risultati molto complessi, che possono anche essere immediatamente ricalcolati semplicemente modificando i parametri originali.

E se potessimo imitare questo processo con la geometria?

I vantaggi di questo processo sono immediati. È un enorme passo avanti nella qualità del nostro processo, poiché non siamo più vincolati dai nostri strumenti; ora saremo noi a progettare i nostri strumenti. D'altra parte, la progettazione parametrica è fondamentale quando si minimizza lo sforzo necessario per creare e testare varianti di progettazione.

Anche se il mio concetto era chiaro, volevo poter variare rapidamente e facilmente il mio modello per provare altre varianti, ed è per questo che ho scelto di costruire un modello parametrico usando Grasshopper per Rhino. Se ti trovi in ​​una situazione come questa, ti consiglio di imparare la modellazione parametrica. Si rivelerà prezioso.

Step 4: The Build

Una volta che ero completamente soddisfatto del modello e del suo aspetto, era tempo di costruirlo! L'immagine che ho allegato descrive il piano dalla vista dall'alto, lungo le lunghezze del pannello. La plastica che ho comprato arriva in un grande rotolo, ho comprato il mio in base alla larghezza di cui avevo bisogno. I fogli sono stati prima tagliati e numerati in modo organizzato. Successivamente, sono stati preparati due pezzi di legno per ogni foglio.

Ho deciso di utilizzare la lenza sottile per sostenere i pannelli. Prima attaccare al telaio del soffitto e poi ancorare al suolo in modo che non volino in giro. Tieni presente che con la lenza in nylon è abbastanza complicato legare i nodi! Usando costantemente il mio modello digitale come riferimento, fondamentalmente ho usato la fabbricazione digitale, ma questa era più una fabbricazione manuale. È un lavoro noioso!

Passaggio 5: inizia la mappatura

Ora che la nostra tela è stata completamente preparata, è finalmente arrivato il momento di iniziare la mappatura!

In primo luogo abbiamo acquisito due proiettori e due laptop. Abbiamo quindi deciso il posizionamento ottimale per i proiettori. Questo è importante, poiché la risoluzione del tuo lavoro finale ne sarà influenzata. Posizionare il proiettore in un punto in cui il suo tiro copre perfettamente tutto ciò su cui si desidera proiettare. Avvicinati il ​​più possibile!

Per la nostra struttura, poiché volevamo che tutti i pannelli frontali potessero assumere un colore a sé stante, abbiamo deciso di utilizzare due proiettori posizionati in modo tale che dal punto di vista del proiettore nessuno dei pannelli si intersecasse.

Dopo essere stati soddisfatti del fatto che i proiettori fossero nel posto giusto, abbiamo contrassegnato le loro posizioni con un nastro in modo da poter ricreare la stessa configurazione molte volte.

Dopodiché abbiamo avviato Resolume Arena, usando il quale abbiamo creato maschere per ciascuno dei pannelli. Abbiamo quindi avuto due maschere, una per il proiettore sinistro e una per il destro.

Ora che abbiamo queste maschere, sappiamo esattamente cosa sta vedendo il proiettore. Ora dobbiamo allineare la nostra fotocamera nel nostro software 3d per vedere la stessa cosa del nostro proiettore.

In Cinema4d impostiamo la maschera come immagine di sfondo e posizioniamo approssimativamente la videocamera cinema4d in modo che corrisponda alla posizione dei proiettori. E poi, indovinando e fortunatamente, abbiamo spostato e ruotato la videocamera cinema4d fino a quando la nostra scena 3D non corrispondeva esattamente alla scena digitale. Abbiamo dovuto farlo per entrambe le videocamere cinema4d. Questo è un passo difficile, prenditi il ​​tuo tempo, tutto dipende da quanto bene allinei il modello digitale alle maschere.

Passaggio 6: contenuto! Crea, prendi in prestito o ruba!

Ok! Se sei arrivato così lontano puoi finalmente prendere un attimo di respiro. Questa è ora la parte creativa divertente, guarda molti video di ispirazione, usa tutorial per imparare o semplicemente scarica contenuti da altri artisti generosi. Ho usato Adobe After Effects per creare la maggior parte dei miei contenuti.

Ho trovato molto utili i tutorial su questo sito: //www.videocopilot.net/

Ho scelto molte sfumature di colore perché volevo un bagliore.

Passaggio 7: creazione di un punto di vista virtuale.

Qui è dove avviene la vera mappatura. Ormai abbiamo preparato una grande tela, posizionato i nostri proiettori in modo ottimale e allineato le nostre fotocamere digitali ai proiettori. Ora, in questo passaggio, come artista devi decidere da quale prospettiva vuoi che il tuo lavoro sia visto. Ricorda, la mappatura della proiezione in genere funziona solo da un punto di vista.

Dopo aver deciso questo, ora è necessario posizionare una terza videocamera in cinema4d, questa videocamera rappresenta il punto di vista del pubblico. Volete che lo spettatore in piedi a questo punto veda un'immagine completamente non contratta. Ed è per questo che in cinema4d convertiamo questa fotocamera in un proiettore.

Per convertire una videocamera in un proiettore all'interno di cinema4d, selezionare il tag materiale dell'oggetto su cui si desidera proiettare, è necessario modificare la mappatura in mappatura videocamera e quindi selezionare la videocamera che si desidera convertire. Vedi l'ultima foto.

All'interno del software lo utilizziamo per proiettare i nostri contenuti sui pannelli. Perché questo funzioni, devi usare una sequenza jpeg dei tuoi contenuti. L'ho fatto attraverso le impostazioni di esportazione di Adobe Premiere. Quindi registriamo questo tramite le telecamere virtuali in cinema4d.

Passaggio 8: Rendering via!

Ora che quasi tutto è impostato, è il momento di renderizzare ciò che stanno vedendo le telecamere virtuali, in modo che possa essere utilizzato per proiettare sulla tua tela preferita. Assicurati di renderizzare alla risoluzione del proiettore. A questo punto hai praticamente finito!

Hai raggiunto la fine del viaggio attraverso il mio istruttore. Spero che vedere la mappatura della proiezione usata in un progetto ti abbia ispirato e aperto un nuovo media espressivo nel tuo repertorio.

Articoli Correlati