SISTEMA SOLARE OFF GRID FAI DA TE

Di giorno in giorno il prezzo del pannello solare scende gradualmente. Tuttavia, l'installazione di un sistema solare off-grid completo è costosa. Quindi scrivo questo istruibile per ottenere tutti i componenti del tuo sistema solare separatamente e assemblare tutto da solo.

Puoi trovare tutti i miei progetti su //www.opengreenenergy.com/

Se si decide di installare un sistema di pannelli solari per soddisfare le esigenze di alimentazione domestica. Questo tutorial è per te.

Ho fatto del mio meglio per guidarti passo dopo passo dall'acquisto di diversi componenti al cablaggio di tutto da solo.

Solo tu devi conoscere alcune basi elettriche e matematiche per progettare l'intero sistema. Invece di questo, ho collegato i collegamenti dei miei altri Instructables per creare il regolatore di carica e il contatore di energia.

Per un sistema solare off-grid, sono necessari quattro componenti di base

1. Pannello solare (pannello fotovoltaico)

2.Carica Controller

3. Inverter

4.Battery

Oltre ai componenti di cui sopra hai bisogno di alcune altre cose come filo di rame, connettore MC4, interruttore, contatore e fusibili, ecc.

Nei prossimi passi, spiegherò in dettaglio come è possibile scegliere i componenti di cui sopra in base alle proprie esigenze.

Nota: nella foto ho mostrato un grande pannello solare da 255 W a 24 V, due batterie da 12 V a 100 Ah ciascuna, un controller di carica solare PWM da 30 A a 12/24 V e un inverter a onda sinusoidale pura da 1600 VA. Ma durante il calcolo, ho preso un esempio di sistema solare più piccolo per una migliore comprensione.

Passaggio 1: CALCOLA IL TUO CARICO

Prima di scegliere i componenti devi calcolare qual è il tuo carico, quanto tempo verrà eseguito ecc. Se qualcuno conosce la matematica di base, è molto semplice da calcolare.

1. Decidi quali apparecchi (luce, ventilatore, tv, ecc.) Vuoi far funzionare e quanto tempo (ora).

2. Vedere la tabella delle specifiche dei dispositivi per la potenza nominale.

3. Calcola il Watt Hour che è uguale al prodotto della potenza nominale dei tuoi apparecchi e il tempo (h) della corsa.

Esempio :

Ti consente di eseguire un CFL da 11 W per 5 ore dal pannello solare, quindi la wattora è uguale a

Watt ora = 11 W x 5 ore = 55

4. Calcola il Watt ora totale: proprio come un CFL calcola il wattora per tutti gli apparecchi e sommali.

Esempio :

CFL = 11W x 5 ore = 55

Ventilatore = 50 W x 3 ore = 150

TV = 80 W x 2 ore = 160

------------------------------------------------

Watt totali ora = 55 + 150 + 160 = 365

Considerando il 30% di energia persa nel sistema.

Quindi totale Watt ora al giorno = 365 x 1, 3 = 474, 5 Wh che può essere arrotondato a 475 Wh

Ora il calcolo del carico è finito. La prossima cosa è scegliere i componenti giusti per soddisfare le vostre esigenze di carico.

Se non sei interessato a fare i suddetti calcoli, utilizza un calcolatore di carico per questo calcolo. Puoi usare questo simpatico calcolatore di carico.

Passaggio 2: SELEZIONE DEL PANNELLO SOLARE

Il pannello solare converte la luce solare in elettricità come corrente continua (CC). Questi sono in genere classificati come

monocristallino o policristallino. Il monocristallino è più costoso ed efficiente del pannello policristallino.

I pannelli solari sono generalmente classificati in condizioni di prova standard (STC): irraggiamento di 1.000 W / m², spettro solare di AM 1, 5 e temperatura del modulo a 25 ° C.

VALUTAZIONE DEL PANNELLO SOLARE:

Le dimensioni del pannello solare devono essere selezionate in modo tale da caricare completamente la batteria durante il giorno.

Durante la giornata di 12 ore, la luce del sole non è uniforme ma differisce anche in base alla posizione in tutto il mondo. Quindi possiamo ipotizzare 4 ore di luce solare efficace che genererà la potenza nominale.

Wp totale della capacità del pannello fotovoltaico necessario = 475 Wh / 4 = 118, 75 W.

Prendendo un po 'di margine puoi scegliere un pannello solare da 120 Watt, 12v.

Qui non dovresti confondere con il 12V. Ho scritto 12V in quanto è adatto per caricare la batteria da 12V. Ma in realtà la tensione del pannello solare è di circa 17 V o più.

Passaggio 3: SELEZIONE DELLA BATTERIA

L'uscita dal pannello solare è in corrente continua. Questo potere viene generato solo durante il giorno. Quindi, se si desidera eseguire un carico CC durante il giorno, allora sembra essere molto semplice. Ma fare questo non è una buona decisione perché

>> La maggior parte degli apparecchi necessita di una tensione nominale costante per funzionare in modo efficiente. La tensione del pannello solare non è costante, varia in base alla luce solare.

>> Se si desidera far funzionare gli apparecchi durante la notte, è impossibile.

Il problema sopra è risolto usando una batteria per immagazzinare l'energia solare durante il giorno e usarla secondo la vostra scelta. Fornirà una fonte costante di energia stabile e affidabile.

Esistono vari tipi di batterie. Le batterie per auto e bici sono progettate per fornire brevi scariche di corrente elevata e quindi essere ricaricate e non sono progettate per una scarica profonda. Ma la batteria solare è una batteria piombo-acido a ciclo profondo che consente una scarica parziale e consente una scarica lenta profonda. La batteria tubolare al piombo acido è perfetta per un sistema solare.

Le batterie Ni-MH e le batterie agli ioni di litio sono utilizzate anche in molte applicazioni di piccola potenza.

Nota: prima di scegliere i componenti per decidere la tensione del sistema 12/24 o 48 V. Maggiore è la tensione, minore è la corrente e minore sarà la perdita di rame nel conduttore. Ciò ridurrà anche le dimensioni del conduttore. La maggior parte dei piccoli sistemi solari domestici ha 12 o 24 V.

In questo progetto, sto selezionando il sistema a 12 V.

VALUTAZIONE DELLA BATTERIA:

La capacità delle batterie è classificata in termini di Ampere Hour.

Potenza = Tensione X Corrente

Watt ora = tensione (volt) x corrente (ampere) x tempo (ore)

Voltaggio della batteria = 12V (poiché il nostro sistema è 12V)

Capacità della batteria = Carico / Tensione = 475/12 = 39, 58 Ah

Praticamente la batteria non è l'ideale, quindi dobbiamo considerare la perdita. Lascia che la perdita della batteria sia del 15%.

Quindi la capacità della batteria richiesta è 39, 58 / 0, 85 = 46, 56 Ah

Per una migliore durata della batteria, non sono autorizzati a scaricarsi completamente (100%). Per una batteria al piombo-acido allagata, il 60% della profondità di scarica (DOD) è considerata una buona pratica.

Quindi capacità richiesta = 46.56 / 0.6 = 77.61 Ah

È possibile selezionare una batteria piombo-acido a ciclo profondo con una capacità superiore a 77, 61 Ah.

Puoi arrotondare a 80 Ah

Passaggio 4: SELEZIONE DEL CONTROLLER DI CARICA

Un regolatore di carica solare è un dispositivo posizionato tra un pannello solare e una batteria. Regola la tensione e la corrente provenienti dai pannelli solari. Viene utilizzato per mantenere la corretta tensione di carica sulle batterie. All'aumentare della tensione di ingresso dal pannello solare, il regolatore di carica regola la carica delle batterie impedendo qualsiasi sovraccarico.

Di solito, i sistemi di energia solare utilizzano batterie da 12 volt, tuttavia, i pannelli solari possono fornire molta più tensione di quella necessaria per caricare le batterie. In sostanza, convertendo la tensione in eccesso in ampere, la tensione di carica può essere mantenuta a un livello ottimale mentre si riduce il tempo necessario per caricare completamente le batterie. Ciò consente al sistema di energia solare di funzionare in modo ottimale in ogni momento.

Puoi leggere il mio ultimo articolo sulla selezione del giusto controller di carica per il tuo impianto solare fotovoltaico

Tipi di controller di carica:

1.OFF OFF

2. PWM

3. MPPT

Tra i 3 controller di carica, MPPT ha la massima efficienza ma è costoso. Quindi puoi usare PWM o MPPT.

MPPT Charge Controller è più efficace in queste condizioni:
1. Giorni freddi, nuvolosi o nebbiosi

2. Quando la batteria è completamente scarica

Cerca di evitare il controller di carica ON / OFF in quanto è il meno efficiente.

VALUTAZIONE DEL CONTROLLORE DI CARICA:

Poiché il nostro sistema ha una tensione di 12V, anche il regolatore di carica è 12V

Corrente nominale = Potenza in uscita dei pannelli / Tensione = 120 W / 12V = 10 A

Prendendo un margine del 20%, puoi scegliere un controller di carica 10 x1.2 = 12A. Ma il prossimo controller di valutazione disponibile sul mercato è 15A. Quindi scegli un regolatore di carica di 12 V e una corrente nominale di 15 A.

Se desideri ridurre i costi del tuo sistema, puoi creare un controller di carica PWM. Per istruzioni dettagliate, è possibile consultare il mio manuale su PWM CHARGE CONTROLLER.

Potrebbe piacerti anche il mio nuovo design su Solar Charge Controller.

Step 5: SELEZIONE INVERTER

Il pannello solare (PV) che riceve i raggi del sole e li converte in elettricità chiamata corrente continua (DC). DC viene quindi convertito in corrente alternata (AC) attraverso un dispositivo chiamato Inverter. L'elettricità AC scorre attraverso ogni presa di casa tua, alimentando gli elettrodomestici.

tipi

1. Onda quadrata

2. Onda sinusoidale modificata

3. Onda sinusoidale pura

L'inverter ad onda quadra è più economico tra tutti ma non adatto a tutti gli apparecchi. L'uscita sinusoidale modificata non è adatta anche per alcuni apparecchi, in particolare quelli con dispositivi capacitivi ed elettromagnetici come un frigorifero, un forno a microonde e la maggior parte dei tipi di motori. Gli inverter a onda sinusoidale in genere modificati funzionano a efficienza inferiore rispetto agli inverter a onda sinusoidale pura.

Quindi, secondo la mia opinione, scegliere un inverter a onda sinusoidale pura.

Può essere legato alla griglia o autonomo. Nel nostro caso, è ovviamente indipendente.

VALUTAZIONE DELL'INVERTER:

La potenza nominale deve essere uguale o superiore al carico totale in watt in qualsiasi momento.

Nel nostro caso il carico massimo in qualsiasi istante = Tv (50 W) + Ventola (80 W) + CFL (11 W) = 141 W

Prendendo un po 'di margine possiamo scegliere un inverter da 200 W.

Dato che il nostro sistema è a 12 V, dobbiamo selezionare un inverter a onda sinusoidale pura da 12V DC a 230V / 50Hz o 110V / 60Hz AC.


Nota :

Apparecchi come frigorifero, asciugacapelli, aspirapolvere, lavatrice, ecc. Potrebbero avere il consumo di energia iniziale più volte superiore alla normale potenza di lavoro (in genere ciò è causato da motori elettrici o condensatori in tali apparecchi). Questo dovrebbe essere preso in considerazione quando si sceglie la giusta dimensione dell'inverter.


Passaggio 6: SERIE E COLLEGAMENTO PARALLELO

Dopo aver calcolato la capacità della batteria e la potenza del pannello solare, è necessario collegarli. In molti casi, la dimensione del pannello solare calcolata o la batteria non sono prontamente disponibili sotto forma di una singola unità sul mercato. Quindi devi aggiungere un piccolo pannello solare o batterie per soddisfare i tuoi requisiti di sistema. Per corrispondere alla tensione e alla corrente richieste, dobbiamo usare la serie e la connessione parallela.

1. Collegamento in serie:

Per collegare qualsiasi dispositivo in serie è necessario collegare il terminale positivo di un dispositivo al terminale negativo del dispositivo successivo. Il dispositivo nel nostro caso può essere un pannello solare o una batteria.

Nel collegamento in serie le singole tensioni di ciascun dispositivo sono additive.

Esempio :

consente di collegare in serie 4 batterie da 12 V, quindi la combinazione produrrà 12 + 12 + 12 + 12 = 48 volt.

In una combinazione in serie, la corrente o l'amperaggio è lo stesso.

Quindi, se questi dispositivi fossero batterie e ogni batteria avesse una potenza nominale di 12 Volt e 100 Ah, il valore totale di questo circuito in serie sarebbe di 48 Volt, 100 Ah. Se fossero pannelli solari e ciascun pannello solare avesse una potenza nominale di 17 volt (tensione Osc) e fosse valutato a 5 A ciascuno, il valore totale del circuito sarebbe di 68 Volt, 5 A.

2. Connessione parallela:

In una connessione parallela, è necessario collegare il terminale positivo del primo dispositivo al terminale positivo del dispositivo successivo e il terminale negativo del primo dispositivo al terminale negativo del dispositivo successivo.

In una connessione parallela, la tensione rimane la stessa ma la corrente nominale del circuito è la somma di tutti i dispositivi.

Esempio :

Consente di collegare in parallelo due batterie da 12 V, 100 Ah, quindi la tensione del sistema rimane di 12 volt ma la corrente nominale è 100 + 100 = 200 Ah. Allo stesso modo, se due pannelli solari da 17 V e 5 amp sono collegati in parallelo, il sistema produrrà 17 volt, 10 amp.

Passaggio 7: CABLAGGIO

Il primo componente che stiamo per cablare è il Charge Controller. Nella parte inferiore del controller di carica, ci sono 3 segni nel mio controller di carica. Il primo da sinistra è per la connessione del pannello solare con segno positivo (+) e negativo (-). Il secondo con segno più (+) e meno (-) è per la connessione della batteria e l'ultimo per la connessione diretta del carico CC come le luci CC.

Come da manuale del controller di carica, collegare sempre il controller di carica alla batteria perché ciò consente al controller di carica di essere calibrato sul sistema a 12V o 24V. Collegare il filo rosso (+) e nero (-) dal banco batterie al controller di carica.

Nota: collegare prima il cavo nero / negativo dalla batteria al terminale negativo del controller di carica, quindi collegare il cavo positivo.

Dopo aver collegato la batteria al controller di carica, è possibile vedere il LED dell'indicatore del controller di carica che si illumina per indicare il livello della batteria.

Dopo aver collegato questo terminale dell'inverter per la ricarica della batteria viene collegato ai corrispondenti terminali positivi e negativi della batteria.

Ora devi collegare il pannello solare al controller di carica. Sul retro del pannello solare, c'è una piccola scatola di giunzione con 2 fili collegati con segno positivo (+) e negativo (-). I fili dei terminali sono normalmente di lunghezza inferiore. Per collegare il filo al controller di carica è necessario un connettore di tipo speciale, comunemente noto come connettore MC4. Vedi l'immagine. Dopo aver collegato il pannello solare al regolatore di carica, l'indicatore led verde si accenderà se è presente la luce solare.

Nota: collegare sempre il pannello solare al regolatore di carica mentre si trova di fronte al pannello lontano dal sole o si può coprire il pannello con un materiale scuro per evitare che l'alta tensione improvvisa proveniente dal pannello solare al regolatore di carica possa danneggiarlo.

SICUREZZA:

È importante notare che abbiamo a che fare con la corrente continua. Quindi il positivo (+) deve essere collegato a positivo (+) e negativo (-) con negativo (-) dal pannello solare al regolatore di carica. Se si confonde, l'attrezzatura può esplodere e prendere fuoco. Quindi è necessario fare molta attenzione quando si collegano questi fili. Si consiglia di utilizzare 2 fili di colore, cioè il colore rosso e nero per positivo (+) e negativo (-). Se non si dispone di un filo rosso e nero, è possibile avvolgere il colpetto rosso e nero ai terminali.

Collegare infine il carico CC o la luce CC.

Protezione aggiuntiva:

Sebbene il regolatore di carica e l'inverter abbiano fusibili integrati per la protezione, è possibile posizionare interruttori e fusibili nei seguenti luoghi per ulteriore protezione e isolamento.

1. Tra pannello solare e regolatore di carica

2. Tra controller di carica e banco batterie

3. Tra batteria e inverter

Misurazione e registrazione dei dati:

Se sei interessato a sapere quanta energia viene prodotta dal tuo pannello solare o quanta energia viene consumata dagli apparecchi devi usare i contatori di energia.

Oltre a ciò, è possibile monitorare i diversi parametri nel sistema solare off-grid mediante la registrazione dei dati remota

Per il contatore di energia fai-da-te puoi vedere il mio istruttore su ENERGY METER che ha sia la misurazione che la capacità di registrazione dei dati.

Dopo aver cablato tutto, il sistema solare off-grid è pronto per l'uso.

Passaggio 8: selezione del cavo solare

Aggiornato il 22.07.2019

La corrente generata dai pannelli solari dovrebbe raggiungere la batteria con una perdita minima. Ogni cavo ha la sua resistenza ohmica. La caduta di tensione dovuta a questa resistenza è secondo la legge di Ohm

V = I x R (Qui V è la caduta di tensione sul cavo, R è la resistenza e I è la corrente).

La resistenza (R) del cavo dipende da tre parametri:

1.Lunghezza del cavo: più lungo è il cavo, maggiore è la resistenza

2. Area della sezione trasversale del cavo: maggiore è l'area, minore è la resistenza

3. Il materiale utilizzato: rame o alluminio. Il rame ha una resistenza inferiore rispetto all'alluminio

In questa applicazione, è preferibile un cavo di rame.

È possibile calcolare la dimensione del cavo utilizzando la calcolatrice online RENOGY.

Devi inserire i seguenti parametri:

1. Tensione di funzionamento del pannello solare (Vmp)

2. Corrente di funzionamento del pannello solare (Imp)

3. Lunghezza del cavo dal pannello solare alla batteria

4. La perdita attesa in percentuale

I primi due parametri (Vmp e Imp) sono facilmente reperibili dal foglio delle specifiche sul retro del pannello solare o dal foglio dati. La lunghezza del cavo dipende dalla tua installazione. La percentuale di perdita considerata per un buon design è compresa tra il 2 e il 3%.

Nella fase precedente, abbiamo già finalizzato il pannello solare, la valutazione. Dalla scheda delle specifiche del pannello solare Vmp = 36, 7 V e Imp = 6, 94 A (arrotondato al numero successivo successivo, ovvero 37 V e 7 A). Lascia che la distanza tra il pannello solare e la batteria sia di 30 piedi e la perdita prevista sia del 2%. Utilizzando i valori sopra riportati nel calcolatore online di RENOGY, la dimensione del cavo è 12 AWG .

Lo screenshot del calcolo è anche allegato per riferimento.

È possibile acquistare i cavi solari da Amazon o Aliexpress

Puoi leggere i miei Instructables sulla selezione dei cavi solari e su come realizzare il connettore MC4.

Nota: il grado di tensione del cavo deve corrispondere alla tensione massima del sistema del pannello solare.

Credito di immagine: Banggood

Passaggio 9: selezione dei cavi della batteria dell'inverter di potenza di dimensioni corrette

Aggiornato il 17.12.2019

È molto importante essere sicuri di utilizzare le dimensioni del cavo appropriate per l'inverter / la batteria. In caso contrario, l'inverter potrebbe non supportare carichi completi e surriscaldamento, il che rappresenta un potenziale pericolo di incendio. Usalo come guida per scegliere la dimensione del cavo corretta e assicurati di contattare un elettricista professionista o il nostro team tecnico per eventuali domande aggiuntive che potresti avere.

1. Che dimensioni di inverter hai?

2. Qual è la tensione CC del banco batterie?

3. Ora dividi la potenza dell'inverter per la tensione della batteria; questo ti darà la massima corrente per i tuoi cavi.

Esempio di calcolo

Corrente (Amp) = Potenza (Watt) / Tensione (Volt)

Considerare un inverter da 1500 Watt collegato al banco batterie da 24 V.

(1500 W) / (24 Vcc) = 62, 5 A

Pertanto, 62, 5 A è la corrente massima che il cavo deve supportare per fornire correttamente la corrente all'inverter. La prossima dimensione più alta disponibile sul tavolo è 100A.

Utilizzare la tabella sopra come guida per determinare quale cavo di dimensioni sarà meglio per la propria applicazione.

Nel nostro esempio, possiamo vedere che il cavo 2/0 AWG sarebbe appropriato.

NOTA: per distanze superiori a 10 piedi, si verificherà una caduta di tensione sui cavi a causa della resistenza attraverso il cablaggio. Se è necessario far passare cavi più lunghi di 10 piedi, si consiglia di aumentare le dimensioni del cavo per compensare la perdita di tensione. Se non sei sicuro della tua domanda, non esitare a contattarci e saremo in grado di aiutarti a trovare il cavo giusto.

Passaggio 10: MONTAGGIO DEL PANNELLO SOLARE

Dopo aver progettato il sistema solare. Acquista tutti i componenti con una valutazione adeguata secondo i passaggi precedenti.

Ora è il momento di montare il pannello solare. Innanzitutto, scegli una posizione adatta sul tetto dove non ci siano ostacoli alla luce solare.

Prepara il supporto di montaggio: puoi farlo da solo o è meglio acquistarne uno da qualsiasi negozio. Nel mio caso, ho preso il disegno dalla società di pannelli solari e l'ho realizzato in un vicino negozio di saldatura. L'inclinazione del supporto è quasi uguale all'angolo di latitudine della posizione.

Ho realizzato un piccolo supporto di montaggio in legno per il mio pannello solare da 10 Watt. Ho allegato le immagini in modo che chiunque possa semplificarlo.

Inclinazione: per ottenere il massimo dai pannelli solari, è necessario puntarli nella direzione che cattura la massima luce solare. Utilizzare una di queste formule per trovare l'angolazione migliore dall'orizzontale a cui inclinare il pannello:

>> Se la latitudine è inferiore a 25 °, utilizzare i tempi di latitudine 0, 87.

>> Se la latitudine è compresa tra 25 ° e 50 °, utilizzare la latitudine, volte 0, 76, più 3, 1 gradi.

Per maggiori dettagli sull'inclinazione fare clic qui

Posizionare innanzitutto lo stand in modo tale che la faccia sia rivolta verso sud. Contrassegnare la posizione della gamba sul tetto.

Per ottenere la direzione sud usa questa bussola per app Android

Quindi crea una superficie ruvida su ciascuna gamba del supporto usando un oggetto appuntito. Ho realizzato una superficie ruvida di circa 1 piede quadrato sul tetto ad ogni gamba. Questo è utile per un perfetto incollaggio tra tetto e cemento.

Preparare la miscela di calcestruzzo: prendere cemento e pietre con un rapporto 1: 3, quindi aggiungere acqua per ottenere una miscela densa. Versare la miscela di cemento su ciascuna gamba dello stand. Ho creato una miscela di calcestruzzo a forma di mucchio per dare la massima resistenza.

Monta i pannelli sul supporto: Sul retro, il pannello solare ha fori incorporati per il montaggio. Abbinare i fori del pannello solare con i fori del supporto / piattaforma e avvitarli insieme.

Cablare il pannello solare: ai lati posteriori del pannello solare è presente una piccola scatola di giunzione con un segno positivo e negativo di polarità. In un pannello solare di grandi dimensioni, questa scatola di giunzione ha fili terminali con connettore MC4 ma per pannelli di piccole dimensioni, è necessario collegare la scatola di giunzione con fili esterni. Cerca sempre di utilizzare il filo rosso e nero per la connessione del terminale positivo e negativo. Se è previsto un cavo di terra, utilizzare un cavo verde per il cablaggio.

Step 11: INVERTER E SUPPORTO BATTERIA

Ho realizzato l'inverter e la batteria sopra indicati con l'aiuto di un falegname. L'idea progettuale mi è venuta da questo istruttivo. Il design è davvero utile per me.

Sul retro, ho fatto un grande foro circolare proprio dietro la ventola dell'inverter per l'aspirazione di aria fresca dall'esterno. Successivamente ho coperto il buco usando una rete metallica di plastica. Vengono inoltre realizzati pochi piccoli fori per l'inserimento dei fili dal pannello solare, dal regolatore di carica e dall'inverter alla batteria e dall'uscita CA agli apparecchi. Su entrambi i lati del pannello sono previsti 3 fori orizzontali per una ventilazione sufficiente. Sul lato frontale è presente una finestra di vetro per visualizzare le diverse indicazioni dei led nell'inverter.

Nel piano inclinato del supporto dell'inverter, ho montato il controller di carica. In futuro, installerò anche il mio contatore di energia fatto.

Passaggio 12: foglio di lavoro per la progettazione di pannelli solari fotovoltaici

Ho trovato un foglio di lavoro ben documentato sul design solare fotovoltaico dalla pagina sull'innovazione delle energie rinnovabili.

Questo è un semplice foglio di lavoro di progettazione per sistemi solari fotovoltaici autonomi. Spiega il processo di progettazione e spiega alcuni degli aspetti pratici della costruzione di un sistema.

Spero sia utile. Tutto il merito va agli autori di Re-Innovation

allegati

  • solardesign_SolarPV_Worksheet_Merged_30_8_2012.pdf Scarica

Articoli Correlati